The wall of worry

senza-titolo-1-copia

Gli investitori hanno incominciato a scalare il muro delle ansie e delle incertezze che negli ultimi tre mesi si è materializzato a seguito di una serie di fattori economici, politici e sociali. Il nuovo atteggiamento operativo, dopo la correzione iniziata ai primi di maggio, trova conferma nel grafico di apertura – fig.1. L’ottimismo degli investitori, dai massimi di metà aprile pari a 57,3 punti, è sceso fino ai 37 punti del 16 giugno – lo stesso livello registrato il 22 settembre dell’anno scorso. In entrambi i casi, e da quel momento in poi, i mercati hanno fatto registrare significativi rally. Naturalmente il rally della scorsa estate è storia, l’attuale è in itinere, ma le somiglianze sono stupefacenti.

senza-titolo-2-copia senza-titolo-3-copia senza-titolo-4-copia senza-titolo-5-copia senza-titolo-6-copia senza-titolo-7-copia

In concomitanza o quasi, con i minimi dei bullish, il nostro modello sugli stati di mercato – fig. 8 e fig. 9 – ci segnalava la settimana scorsa la ripresa del trend al rialzo su tutti gli indici americani e sui principali indici europei a parte il nostro mercato, che resta, insieme con pochi amici in trend Down. In concomitanza con il minimo dei bullish – 16 giugno – e il minino dello S&P 500 – 16 giugno – il nostro modello dava un segnale di acquisto sul rame in data 14 giugno. Noi pensiamo che, attualmente, l’andamento del rame sia il miglior indicatore sullo stato dell’economia mondiale ma soprattutto di quella cinese. I grafici in fig.10 e in fig. 11 ci segnalano chiaramente la ripresa in atto dei prezzi.

senza-titolo-8-copia senza-titolo-9-copia senza-titolo-10 senza-titolo-11-copia

Inoltre, poniamo all’attenzione dei nostri lettori un’altra strana, ma non poi così tanto, coincidenza. Il periodo tra metà giugno e metà luglio, negli ultimi cinque anni, ha segnato sempre significativi turn around di mercato: la fig. 12 parla da sola!

senza-titolo-12-copia

Allora, a dispetto di tante analisi, previsioni e chiacchiere sullo stato dell’economia americana e mondiale, gli investitori hanno iniziato la scalata – “the stock market climbs a wall of worry” cita il vecchio adagio – che porterà il mercato nei prossimi sei mesi verso nuovi massimi.

Buona settimana

Elaborazione e Analisi Ufficio Studi RUFFO & Partners S.R.L.

Via Via F.Crispi 1, Campobasso – 86100 Campobasso

Tel. 0874.418.192     Fax 0874 315364     e-mail: info@ruffospa.com     www.ruffospa.com

LASCIA UNA RISPOSTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.