Il primo mese del trimestre è quello che va…

Abbiamo avuto modo di osservare, nel corso degli anni, che il calendario degli investimenti riflette l’operatività annuale, semestrale e trimestrale delle istituzioni finanziarie nei mesi di gennaio, aprile e luglio. Nei mesi che aprono i primi tre trimestri dell’anno viene realizzato il maggiore profitto, sia secondo l’indice Dow Jones che S&P 500. Il Nasdaq differisce di poco. L’ultimo trimestre dell’anno si comporta, invece, in maniera piuttosto diversa, in quanto risente degli aggiustamenti di portafoglio di fine anno, nonché dei risultati delle elezioni presidenziali e del Congresso, negli anni pari. Fin dal 1991, importanti turn around hanno fatto sì che il mese di ottobre risultasse nel rank dei mesi bullish, come quelli di inizio trimestre; infatti, ottobre si è trasformato in un mese-chiave, dove si sostanziavano passaggi da bear market a bull market, con la realizzazione di notevoli profitti, in sette degli ultimi dodici anni; poi, nel 2008, la tendenza si è invertita bruscamente.

Dopo aver vissuto, durante gli anni Novanta, il più poderoso rialzo di mercato di tutti i tempi, seguito da anni di feroce ribasso in questo inizio del terzo millennio, abbiamo diviso i cambiamenti della media mensile percentuale in due gruppi: prima e dopo il 1991. Confrontando il comportamento dei trimestri, mese per mese, delle tre principali medie USA (vedi le tabelle sotto riportate), potrete notare che i primi mesi dei primi tre trimestri vedono realizzarsi, in generale, i migliori risultati. Brutali sell-off nei mesi di aprile del 2000, 2002, 2004 e 2005, come in luglio dal 2000 al 2002 e nel 2004, hanno colpito molto duramente il Nasdaq. Il mercato al ribasso del periodo che va da ottobre 2007 a marzo 2009, che ha più che dimezzato il valore degli indici (Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq), ha pagato dazio in tutti i primi mesi del trimestre, eccetto aprile. Il mese di ottobre 2008 è stato il peggiore del decennio. Anche gennaio è stato un mese difficile, sia nel 2008 che nei successivi 2009 e 2010.

Tra il 1950 ed il 1990, lo S&P 500 ha guadagnato mediamente l’1,3% (il Dow Jones, l’1,4%) nei primi mesi dei primi tre trimestri dell’anno. Nei secondi mesi del trimestre quasi non si sono visti profitti, mentre nei terzi, grazie al mese di marzo, ci sono stati recuperi in media pari allo 0,23% (per il Dow Jones, dello 0,07%). Il Nasdaq, nel primo mese dei trimestri in considerazione, realizza mediamente l’1,67% dal 1971 al 1990, con luglio che si trascina negativo.

senza-titolo-1-copia senza-titolo-2-copia senza-titolo-3-copia

Fonte: Stock Trader’s Almanac 2011

Elaborazione e Analisi Ufficio Studi RUFFO & Partners S.R.L.

Via Via F.Crispi 1, Campobasso – 86100 Campobasso

Tel. 0874.418.192     Fax 0874 315364     e-mail: info@ruffospa.com     www.ruffospa.com

LASCIA UNA RISPOSTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.