Navigando a vista

La settimana che si è appena conclusa ci ha lasciato un quadro di tipo fondamentale orrendo, ma un quadro tecnico dei mercati, soprattutto gli indici americani, confortevole e carico di nuove aspettative, soprattutto per la definizione dei minimi dei mercati azionari. Passando in rassegna il quadro fondamentale, notiamo che c’è un ulteriore peggioramento dell’economia americana – fig. 1 – ed un rallentamento nell’economie europee e dei c.d. Paesi BRIC.

senza-titolo-1-copia

Il flusso di notizie negative, pervenuto al mercato nel corso della settimana, ha ottenuto l’effetto di innescare un fantastico rialzo dai minimi toccati tra lunedì e martedì:

senza-titolo-2-copia

Il rally della settimana scorsa trova conferma nella pubblicazione da parte di Investors Intelligence dei dati Bull vs Bear – fig. 2 – dove si evidenzia una caduta degli ottimisti al 35,5% contro una salita dei pessimisti al 40,9%. I livelli raggiunti sono uguali a quelli di fine agosto/inizio settembre del 2010.

senza-titolo-3-copia

Guardando il grafico dello S&P 500, scopriamo che da quel momento i mercati sono solo saliti ed hanno fatto registrare una performance del 31,82% con i massimi di 1370,58 del 02 maggio 2011.

senza-titolo-4-copia

Specularmente, al rialzo degli indici americani il rame – indicatore per eccellenza della salute dell’economia mondiale – ha fatto segnare un passaggio di trend da UP a DOWN e ha registrato i nuovi minimi della settimana – fig. 4.

senza-titolo-5-copia

LE PROSPETTIVE

 Con il quadro sopra delineato, è arduo indicare oggi dove saremo tra tre mesi, anche perché la crisi della Grecia e degli altri Paesi dell’Unione, tra cui l’Italia, incombe come un macigno e, come più volte da noi segnalato nei precedenti outlook, la soluzione definitiva del problema è ancora lontana e l’incertezza segnerà il cammino e l’evoluzione dei mercati. Comunque, teniamoci pronti a scalare le nostre preoccupazioni – The wall of Worry se i segnali che ci invierà il mercato ci confermeranno i rialzi dell’ultima settimana, ma occhio ai minimi di agosto: la loro violazione ci spingerà ancora più giù.

La parola d’ordine è: flessibilità!

Elaborazione e Analisi Ufficio Studi RUFFO & Partners S.R.L.

Via Via F.Crispi 1, Campobasso – 86100 Campobasso

Tel. 0874.418.192     Fax 0874 315364     e-mail: info@ruffospa.com     www.ruffospa.com

SCARICA
Articolo precedenteOrdinando le idee
Prossimo articoloLa resa dei conti

LASCIA UNA RISPOSTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.