La stagionalità degli indici settoriali: percentuale di crescita in primo piano

La questione della stagionalità degli indici settoriali fu posta in primo piano per la prima volta nell’Almanacco del 1968. Uno studio di Merrill Lynch aveva dimostrato che, acquistando sette settori nei mesi di settembre- ottobre e rivendendo nei primi mesi dell’anno successivo, durante il decennio 1954-1964, si era ottenuta una triplicazione dei profitti, rispetto a quanto si sarebbe potuto guadagnare se si fossero tenuti per l’intero periodo. Nel corso degli anni, abbiamo perfezionato in modo significativo questa strategia ed ora dedichiamo larga parte del nostro tempo e delle nostre risorse alle attività di investimento e negoziazione durante periodi stagionali positivi e negativi per differenti settori, con gli ETF.

Nella tabella sottostante – fig. 1, riportiamo le stagionalità aggiornate, specificando, per ciascuna di esse, se iniziano o terminano nella prima (indicata con la lettera B), seconda (M) o terza (E) decade del mese. Le percentuali selezionate mirano all’ottenimento di un vantaggio in base all’intensità della forza o della debolezza dell’indice settoriale.

senza-titolo-1-copia

Di proposito, gli entry point sono in anticipo rispetto ai principali movimenti stagionali, così da fornire agli operatori ampia opportunità di mettere insieme posizioni a prezzi favorevoli. Di converso, i punti d’uscita sono stati selezionati per cogliere la maggior parte del movimento.

Dalle principali stagionalità riportate in tabella, abbiamo creato il “Calendario strategico della stagionalità degli indici di settore” – fig. 2. E’ da notare la concentrazione di movimenti al rialzo durante il semestre buono (novembre-aprile) e di movimenti al ribasso nel corso del semestre cattivo (maggio-ottobre).

senza-titolo-2-copia

Elaborazione e Analisi Ufficio Studi RUFFO & Partners S.R.L.

Via Via F.Crispi 1, Campobasso – 86100 Campobasso

Tel. 0874.418.192     Fax 0874 315364     e-mail: info@ruffospa.com     www.ruffospa.com

LASCIA UNA RISPOSTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.