Incognita elezioni USA: il commento di Fabio Caldato

Ci stiamo avvicinando, rapidamente e con tensioni crescenti, alla data prevista per l’elezione del prossimo Presidente degli USA. La lotta politica è quasi fastidiosa, per assenza di contenuti e progetti. Ci vogliamo occupare però del solo lato finanziario e con una view di brevissimo termine. 

Una eventuale vittoria del candidato repubblicano sarebbe una forte scossa e la volatilità tornerebbe improvvisamente alta. L’idea speculativa è che un crollo dei prezzi borsistici sarebbe non giustificato nei fatti, se causato da questo solo evento.
Le ragioni sono molte: il partito non è certo contro Wall Street e il candidato idem visto che, addirittura, incarna il lato peggiore del capitalismo. Non vi sarebbero pertanto sconvolgimenti in seno al congresso.
In sostanza , crediamo che il ribasso potrebbe esser assorbito. Sottolineiamo, però, che altre incognite aleggiano sui mercati in ottica dicembrina: referendum italiano e FED. Sarà importante quindi vigilare sull’operatività in maniera prudenziale.


Fabio Caldato
Partner Olympia Wealth Management

LASCIA UNA RISPOSTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.